I Migliori Plugins VST per Chitarra 2024

Sono stato molto chiaro su questo punto in passato e la mia opinione rimane la stessa: è dannatamente difficile creare VST accurati per la chitarra. Si possono certamente trovare emulazioni virtuali di varie chitarre che …

Sono stato molto chiaro su questo punto in passato e la mia opinione rimane la stessa: è dannatamente difficile creare VST accurati per la chitarra.

Si possono certamente trovare emulazioni virtuali di varie chitarre che possono essere utilizzate per ogni tipo di scopo creativo, ma trovare qualcosa che vi faccia alzare in piedi e dire “wow” (anche se un software vi ha mai fatto fare questo?) è un’altra storia.

Non capisco perché trombe, flauti e strumenti “oscuri” di cui nessuno ha mai sentito parlare siano VST incredibilmente realistici, mentre le chitarre, uno degli strumenti più diffusi nella musica moderna, rimangono lontane da questi riferimenti.

Credo che abbia a che fare con lo stile unico di suonare la chitarra: il modo in cui viene strimpellata o pizzicata con le dita è unico per questa classe di strumenti e non sembra essere stato replicato in modo coerente nella sfera virtuale.

Ok, so cosa state pensando: “Questo è un sacco di sentimento anti-chitarra VST per un articolo sui VST per chitarra. Hai intenzione di passare tutto il tempo a lamentarti?”.

Se mi lasciaste finire, sapreste che la risposta è no. Sebbene comprenda la difficoltà di simulare le complessità della chitarra, non è detto che altri strumenti con emulazioni VST di qualità superiore non presentino sfumature simili nello stile di esecuzione. Questo, unito al fatto che la qualità complessiva dei VST per chitarra è migliorata costantemente, significa che c’è davvero molto da discutere (in senso positivo).

È possibile incorrere in problemi sonori se si cerca di costruire un’intera canzone utilizzando librerie di campioni invece di chitarre vere, soprattutto quando si tratta di strimpellare accordi o di dare una dinamica particolare a un assolo emozionante.

Tuttavia, se si sceglie di lavorare sodo per rendere complessa la notazione MIDI e l’articolazione, con un obiettivo specifico in mente, non c’è motivo per cui un VSTi per qualsiasi tipo di chitarra (elettrica, acustica o basso) non possa essere uno strumento prezioso nella propria – ho cercato di trovare un’altra parola e non ci sono riuscito – cassetta degli attrezzi.

La differenza tra VST per chitarra e VST per amplificatori

Sebbene la risposta sembri relativamente ovvia (una è una chitarra e l’altra è un amplificatore!), dopo una rapida ricerca su Google si scopre che non è così.

È estremamente facile imbattersi in costosi pacchetti software dopo aver consultato i risultati di “best guitar vsts” senza rendersi conto di non essere più in Kansas.

Come ho accennato in precedenza (forse vi è sfuggito, ho passato l’intera introduzione a parlarne), le sfumature della chitarra sono tradizionalmente difficili da perfezionare per la riproduzione digitale, quindi la maggior parte dei produttori tende a evitare le chitarre virtuali e a compensare la mancanza di attrezzature/spazio con un amplificatore virtuale.

La differenza tra un simulatore di amplificatore e una chitarra virtuale sta nel tipo di VST: i VST per chitarra sono strumenti virtuali utilizzati per generare suoni basati su dati MIDI forniti dal software DAW, che possono essere disegnati manualmente o suonati con una tastiera MIDI compatibile.

Al contrario, i VSTfx di amplificazione sono utilizzati per modificare il suono e possono essere applicati alla catena di effetti di un plugin di una traccia MIDI solo dopo l’applicazione di uno strumento virtuale (tuttavia, nelle tracce audio, gli amplificatori virtuali possono essere collocati in qualsiasi punto della catena del segnale per influenzare le registrazioni di chitarra, tastiera e persino voce).

La modellazione degli amplificatori è estremamente popolare e piuttosto varia – pensate a qualsiasi amplificatore e pedale esistente su richiesta – e fornisce costantemente risultati audio di alto livello.

La loro importanza e diffusione sono tali che abbiamo dedicato loro un intero articolo QUI.

Quindi, se state cercando la chitarra virtuale giusta per dare una scossa alle vostre registrazioni audio, preparatevi a scavare in un pagliaio di simulatori di amplificatori e librerie di pedali.

Alcune idee per l’utilizzo di VST realistici per chitarra

Simulazione dell’amplificatore

Amplificatore per chitarra VST

L’argomento del paragrafo precedente è un ottimo spunto per uno dei modi migliori per massimizzare il potenziale della vostra chitarra virtuale: combinarla con un amplificatore.

Anche se si utilizza solo una chitarra acustica, l’aggiunta di un qualche tipo di amplificazione, magari come Send/Return, può spingere le sue qualità sonore un po’ più vicino alla realtà.

Sebbene i VST accuratamente modellati offrano una certa flessibilità nella modifica delle caratteristiche tonali, sono comunque limitati dall’amplificatore con cui sono stati registrati i campioni.

L’accoppiamento di una chitarra con un amplificatore (chi penserebbe che si tratta di un’accoppiata perfetta!) consente un maggior livello di malleabilità del suono di chitarra che si desidera utilizzare per le proprie registrazioni – probabilmente è superfluo dire che un numero quasi illimitato di simulatori di amplificatori = un numero quasi illimitato di suoni di chitarra.

Miscelare il suono dell’amplificatore originale (o la sua mancanza, nel caso della maggior parte dei VST acustici) con un altro è un modo valido per migliorare la qualità della maggior parte dei software per chitarra nelle vostre canzoni.

Musica orchestrale

Orchestra Sinfonica

In generale, i migliori VST per chitarra per le composizioni cinematiche/sinfoniche sono, come avete capito, le chitarre orchestrali. Spesso sono acustici e sono disponibili in una biblioteca o in un ensemble più ampio che comprende archi, corni, fiati, ecc.

Parte della ragione per cui la chitarra è migliorata è che di solito ci sono molte altre tessiture e armonie che addensano la sfera sonora del brano, il che significa che la chitarra non sarà in primo piano nel mix e potrà svolgere un ruolo più complementare.

YouTube video

Poiché questo software fa solitamente parte di un insieme più ampio di strumenti virtuali, il suono della chitarra si integrerà perfettamente con il resto della composizione.

Ciò significa che, anche se in un brano solista il VST per chitarra suona un po’ artificiale e senza vita, se usato insieme a un’intera ‘orchestra’ (sì, non preoccupatevi, non dirò a nessuno che non avete suonato e registrato tutti e 40 gli strumenti del vostro brano), sarà un abbinamento perfetto.

Come texture/atmosfera

Sebbene le chitarre acustiche possano costituire un interessante livello di strumentazione nella composizione, questa sezione si occupa principalmente dei VST per chitarra elettrica.

Combinato con un bel riverbero, una saturazione o alcuni effetti di equalizzazione a modellazione analogica, questo software può essere un pilastro per molti stili compositivi diversi.

Gli accordi di sottofondo di un brano pop, rock o indie conferiscono alla canzone un tono unico, diverso da quello di un tipico pad.

Singole note tenute a lungo e fortemente influenzate possono essere un’aggiunta straordinaria al vostro lavoro ambient, metal o post-rock, portando un nuovo elemento all’atmosfera del brano che altrimenti andrebbe perso se non aveste una chitarra (o i mezzi per suonarla).

VST per applicazioni specifiche

Diverse categorie di chitarre

Nel mondo dei software per chitarra, esistono molti modelli di strumenti tra cui scegliere.

È ovvio che gli strumenti virtuali progettati per un determinato scopo saranno migliori di uno strumento “general-purpose” in termini di sound design e di campioni utilizzati da ciascun prodotto.

Ad esempio, non si userebbe una chitarra acustica strummer per una canzone folk classica in fingerpicking, ma potrebbe essere perfettamente adatta come strumento di supporto in una canzone rock alternativa.

Una canzone death metal probabilmente non troverà molto uso in un sunburst jazzato e rilassato, ma una band dream pop potrebbe farlo. E questo dovrebbe essere superfluo dirlo. Utilizzate un VSTi per basso per riprodurre al meglio il suono di un basso.

Basso.

Articolare e trattare

YouTube video

Se comprate un VSTi per chitarra relativamente costoso, lo aprite, alzate il volume, suonate qualcosa di ridicolo come Letter to Elise su una tastiera midi, pronunciate onomatopee come “blergh” o “eugh” in segno di disgusto, lo chiudete e vi lamentate di come suona il programma, non state dando alcuna possibilità a voi stessi o al software.

Ho ripetuto più volte quanto sia difficile replicare il modo intrinseco di suonare la chitarra di un chitarrista di sessione, professionista o anche dilettante. È quindi logico che se non si cerca di rimediare a questo problema sperimentando un plugin, si finirà per avere un suono realistico come quello di un pappagallo che fa la voce fuori campo per il prossimo film di successo: nient’altro che un’imitazione scadente di una voce morbida e profonda.

Tuttavia, una volta che ci si è sforzati di imparare le chiavi, le diverse articolazioni, i ritmi e i parametri di programmazione di una libreria di campioni, si noterà che la maggior parte delle chitarre virtuali più evolute iniziano ad assomigliare a qualcosa di molto vicino a quelle reali.

Questi piccoli sapori musicali, che spesso passano inosservati fino a scomparire, sono essenziali per la riproduzione fedele del suono di una chitarra.

Quel leggero stridio quando si cambia la diteggiatura di un accordo, quello slide da un tasto all’altro, il suono accidentale e la dissolvenza di una nota in quella successiva: sono questi i dettagli importanti che si perdono se non ci si dedica a imparare le complessità di molti VST per chitarra.

Altro

In definitiva, sarà difficile trovare un software che emuli l’espressione e il metodo di esecuzione di una vera chitarra e la registrazione di un vero chitarrista.

Sebbene questo concetto si applichi a quasi tutti gli strumenti esistenti, è comune che i produttori affermino che le chitarre VST faticano a raggiungere questo livello di realismo. Questo è vero fino a un certo punto, ma alcuni dei più recenti software di campionamento e plugin si stanno avvicinando sempre più alla perfezione.

Il mio consiglio è: trovare un uso creativo per loro. Valorizzateli con amplificatori virtuali e saturatori extra, utilizzateli in situazioni che ne completino il suono unico, non accentuandone la fragilità e l’artificiosità.

Se aveste un brano indie/alternativo con batteria, basso, voce e chitarre acustiche reali, sarebbe ovvio che avete aggiunto una chitarra elettrica virtuale al mix, così, a caso.

Ma forse un brano lo-fi con un bitcrusher applicato a ogni traccia, o un brano solista con solo software di chitarra acustica, o un brano da discoteca che mette deliberatamente in risalto il trucco innaturale di molte chitarre virtuali potrebbero funzionare perfettamente.

Ho sentito interpretazioni fantastiche di canzoni di flamenco su chitarre virtuali. Alcuni ragazzi registrano il folk metal norvegese utilizzando strumenti campionati.

YouTube video

Per chi è pigro o non sa suonare la chitarra (alzo la mano su entrambi i suggerimenti), può essere più facile registrare demo o riff di chitarra per testare il proprio suono tramite una tastiera MIDI piuttosto che dover impostare, esercitarsi e suonare con microfono, amplificatore e chitarra.

Sebbene il loro suono non sia così fedele alla realtà come quello di altri VST, l’uso delle chitarre virtuali è limitato solo dalla vostra creatività e immaginazione. Nel mondo selvaggio della composizione musicale, nel bene e spesso nel male, tutto è possibile.

I migliori VST per chitarra elettrica

Shreddage 3 di Impact

VST della serie Shreddage 3 di Impact

I VST Shreddage 3 per chitarra elettrica sono un’ottima scelta per gli aspiranti chitarristi rock che non sanno suonare la chitarra.

Anche se sarebbe un po’ costoso raccogliere tutte le chitarre (e i bassi) disponibili nella gamma di prodotti Shreddage 3, la varietà di campioni vi permette di affinare in modo creativo lo stile che state cercando e di assicurarvi di non perdere tempo con un programma inadatto.

I metallari si sentiranno a casa con l’Hydra, un colosso a 8 corde adatto a riff mozzafiato, assoli espressivi e sezioni ritmiche che possono essere descritte come “folli”.

YouTube video

La Stratus a più pickup offre un’opzione più completa per le sezioni ritmiche rock, alternative e accordali, mentre laArchtop si allontana dall’attività Shreddage per una replica jazz, blues e a corpo cavo.

Queste sono solo alcune delle numerose librerie di campioni offerte da Impact Soundworks.

Ogni ingresso di Shreddage 3 nel gioco della chitarra elettrica VST è accompagnato da una serie di funzioni quali: articolazioni estese, un motore di strumming e numerosi effetti di pedale.

Native Instruments Elettrico Sunburst

VST elettrico Sunburst di Native Instruments

Tutti i chitarristi e i fan dei musicisti più anziani conoscono la Les Paul sunburst: è una chitarra iconica che rimane popolare come non mai.

L’emulazione di questo eccezionale strumento da parte di Native Instrument rende giustizia al carattere bello e ricco del sunburst nella misura in cui la tecnologia attuale lo consente.

È di gran lunga una delle chitarre virtuali più realistiche presenti oggi sul mercato ed è abbastanza versatile per suonare in modo convincente sezioni ritmiche, scarabocchi o qualsiasi altra cosa.

YouTube video

Il pacchetto deluxe comprende 237 modelli di chitarra, tra cui riff, partiture inverse, arpeggi e altro ancora, che riescono a catturare le sfumature della registrazione di una chitarra reale.

Oltre alle ampie opzioni di articolazione, Electric Sunburst è anche molto malleabile in termini di tono, dando all’utente tutta la potenza che può desiderare da una chitarra virtuale.

Menzioni d’onore

  • Chitarra Ample Sound Ample
  • Evolution Rock Standard
  • Vir2 Instruments Elettricità

I migliori VST per chitarra acustica

Native Instruments Session Guitarist – Acustico strimpellato

Il VST acustico strimpellato di Native Instruments

Questa è la seconda voce di Native Instruments in questo elenco e dovreste abituarvi: NI è semplicemente il top quando si tratta di chitarre virtuali dal suono eccellente.

Ho già detto in questo articolo che sarebbe una buona idea dividere i VST per chitarra in base alla necessità di massimizzarne l’output per ottenere un suono il più possibile realistico, quindi se avete bisogno di una chitarra di accompagnamento per strimpellare qualche accordo, non dovete cercare altro che l’appropriatamente chiamato Strummed Acoustic.

Come tutto il resto della gamma NI, questo programma ha molti parametri che possono essere modificati, lasciando l’utente (alias me) ridacchiare come uno scienziato pazzo mentre gira manopola dopo manopola e crea qualcosa di interessante con ogni decisione.

YouTube video

Il dual-tracking e gli effetti incorporati, modellati su una Martin del 1934 o su una Guild F-412 a 12 corde, offrono un suono di alta qualità e adattabile.

Cosa ancora più importante per una chitarra ritmica, Strummed Acoustic è dotata di una notevole potenza di fuoco: oltre 150 pattern di strimpellamento che possono essere personalizzati per soddisfare le vostre diaboliche esigenze.

Chitarra di nylon ARIA Sounds

Il VST per chitarra di nylon ARIA Sounds

L’ingresso di ARIA nel mercato delle chitarre acustiche non è così complesso o approfondito come alcuni dei suoi concorrenti più costosi, ma ciò non significa che sia insufficiente.

Ogni nota contiene fino a nove variazioni, il che conferisce a questo programma il realismo necessario per emulare una chitarra classica, che può essere piuttosto complessa sia nello stile di esecuzione che nei brani suonati.

L’articolazione permette di passare semplicemente dal fingerpicking allo strumming, un concetto sottovalutato: si può effettivamente suonare la Nylon Guitar su una tastiera MIDI senza voler rompere vari elementi dello studio. È una chitarra virtuale divertente da suonare!

YouTube video

Tuttavia, al di sopra di tutte le sue caratteristiche, i campioni e l’eccellente prezzo, è l’elemento più importante di tutti:

Sembra semplicemente un buon suono. Non ho molto da aggiungere: la chitarra classica di ARIA è una delle migliori per il finger-picking o per le registrazioni acustiche, e sarebbe un’ottima aggiunta sonora al vostro coltellino svizzero VST.

Menzioni d’onore

  • MusicLab Real Guitar
  • Vir 2 Acustica
  • Plugin per chitarra acustica di Ilya Efimov
  • Indiginus Renaxxance | Rinnegato

I migliori VST per basso

iK Multimedia MODO BASS

L'iK Multimedia Modo Bass VST

La particolarità di questa voce, rispetto a quasi tutte le altre che menzionerò, è che MODO non è derivato da un campione: si tratta di una libreria di suoni di basso completamente modellati (cioè sintetici) che, grazie a un’instancabile programmazione e codifica, riesce a suonare bene come quelli reali.

YouTube video

Come ho già detto, il vantaggio dei VST modellati è la loro flessibilità. Non intendo semplicemente flessibile, ma flessibile. Come una ginnasta di livello olimpico.

L’enorme numero di opzioni per modificare il tono, le impostazioni dell’amplificatore, lo stile di esecuzione o la dinamica è sufficiente a far ridacchiare Geddy Lee sul pavimento in preda alla gioia.

L’aspetto più interessante di questo software è la sua missione: MODO è una tecnologia rivoluzionaria in cui il suono viene “generato ricreando le proprietà fisiche di uno strumento reale”.

Waves Bass Slapper

Waves Bass Slapper VST

Bass Slapper non è la scelta più ovvia, ma in termini di suono unico e di mantenimento della promessa, il plugin di Waves è difficile da battere.

Tutti conosciamo il suono di un basso slap (il synthpop degli anni ’80 manda i suoi saluti più calorosi) e, a torto o a ragione, è un suono che viene spesso ignorato nelle produzioni di oggi. Waves ha cercato di colmare questa lacuna del mercato e, così facendo, ha creato uno strumento virtuale versatile e di alta qualità la cui applicazione va ben oltre l’idea generica del momento giusto per schiaffeggiare e percuotere un basso.

YouTube video

Utilizzando campioni ad alta fedeltà di una chitarra a 5 corde, Bass Slapper include suoni di pollice, corde che saltano, tiri, sordine, slide e praticamente tutto ciò che un bassista può desiderare per avvicinarsi al realismo.

In particolare, questo plugin è associato a una serie di stompbox (essenzialmente pedali) che consentono di modificare i toni per adattare il suono allo stile/genere del progetto in corso.

Menzioni d’onore

  • NI Rickenbacker
  • Toontrack EZBass
  • Spectrasonics Trillian

I migliori VST per chitarra orchestrale/ambientale

Ho notato che i programmi per chitarra sono molto popolari e rilevanti per i generi musicali sperimentali e non tradizionali, e ho pensato che fosse meglio puntare su di loro e dimostrarlo. Non vorrei essere accusato di mentire, vero?

Heavyocity – Chitarre a punteggio 2

Il VST Heavyocity Scoring Guitars 2

Con oltre 380 preset sonori, tra cui pad, pedali ritmici, pulsazioni e frasi, lo strumento virtuale di Heavocity è orientato direttamente alla sperimentazione del suono tradizionale della chitarra e alla sua applicazione a un’ampia gamma di potenziali stili musicali, anche se è particolarmente rivolto ai compositori di film.

Questo programma è perfetto per creare paesaggi sonori intensi e taglienti e progetti sonori approfonditi che possono essere utilizzati come base per la vostra prossima canzone post-rock o semplicemente come atmosfera generale per la colonna sonora di un gioco o di un film.

YouTube video

Heavocity non ha badato a spese quando ha registrato i campioni per questo VSTi: visto il modo in cui i suoni di chitarra risultanti sono distorti, sarebbe stato abbastanza facile prendere una chitarra elettrica da 150€ di un’azienda che non esiste più.

I programmatori di Scoring Guitars 2 hanno fatto il contrario e hanno utilizzato Strat, Gibson 335 e molte altre per garantire la qualità.

Chitarre Ambientali Spitfire

Le chitarre ambientali Spitfire VST

Certo, è un po’ caro, ma c’è un motivo: questo pacchetto è spesso utilizzato da compositori e sound designer professionisti per film, televisione e giochi, il che significa che il suo prezzo è più che giustificato.

Con i suoi 50 GB di campioni (oltre 600 suoni diversi), la collaborazione di Spitfire con il famoso produttore Leo Abrahams è un vero e proprio colosso.

Utilizzando una Gibson 355 (vi ricorda qualcosa?), una Danelectro Hornet e una chitarra Trussart, Spitfire ha creato una delle serie di suoni di chitarra più diverse che si possano acquistare.

YouTube video

Se avete bisogno di risonanza per creare un’introduzione tentacolare per la vostra prossima canzone ambient pop, o di un muro di distorsione per aggiungere consistenza alla vostra spudorata imitazione di ogni canzone shoegaze, non cercate altro che le chitarre Ambient, giustamente chiamate così.

L’aspetto particolarmente interessante di questo pacchetto è che viene fornito con un lettore Kontakt dedicato, il che significa che non ci sono costi nascosti o incompatibilità con questa libreria basata su campioni, a differenza di molte altre.

Menzioni d’onore

Chitarra emozionale 8dio

Conclusione

Devo ammettere di essere stato un po’ duro con i VST per chitarra nel corso di questo articolo, ma va bene così, ora abbiamo fatto pace. Non direi che siamo grandi amici, ma di certo siamo più vicini che semplici conoscenti.

Personalmente, opterei ancora per la mia chitarra vera e per il lavoro sciatto dello strumento, che spesso richiede più di 50 frustranti riprese, piuttosto che usare un VST per emulare questo processo, anche se potrebbe semplificarmi la vita. Ma questa è la mia particolare sensazione, e il mio stile musicale non aiuta molto le chitarre virtuali.

Molte persone che fanno parte del pubblico di IlPiccoloMusicista, con i suoi diversi generi, potrebbero trovare questo software perfettamente adatto alle loro registrazioni. L’unico modo per esserne certi è provarlo.

Spero di aver sperimentato abbastanza modi di usare una chitarra virtuale in modo creativo o funzionale da farvi venire voglia di provarla.

Non tutti hanno il privilegio di possedere una chitarra, di suonarci qualche accordo o di avere i microfoni e le interfacce necessarie per registrarla, e questi VST possono essere un sostituto più che accettabile.

Ci sono molti casi in cui una chitarra programmata può simulare uno strumento reale e negli ultimi anni abbiamo assistito a un notevole aumento della qualità delle imitazioni.

Prevedo senza fondamento, ma con contraddittoria fiducia, che entro cinque anni avremo VST per chitarra indistinguibili dalla chitarra vera.

Se mi sbaglio, non esitate a mandarmi un messaggio nel 2026.

Lascia un commento